venerina fotoVenera Padua
Senatrice della Repubblica Italiana

Sono nata a Scicli (Rg) 58 anni fa, sono sposata con Rosario ed abbiamo due figli universitari.
Mi sono laureata e specializzata a Milano in pediatria e lì ho incontrato tanti amici cari che mi hanno fatto conoscere Don Tonino Bello, che ha “amplificato” ulteriormente l’amore per la polis, per la giustizia sociale e per la pace: obiettivi per i quali desideravo impegnarmi. Per questo ho lasciato un lavoro che amavo in ospedale e sono tornata nella mia terra, per contribuire ad un cambiamento non più rinviabile.

Negli stessi anni conoscevo anche la Comunità di S. Maria delle Grazie di Rossano e quindi tutti gli amici che l’avevano fondata e da ciò traevo forza ed entusiasmo per continuare in un percorso non privo di difficoltà. Insieme a mio marito sono stata impegnata nel mondo del volontariato ed in quello ecclesiale, prima di candidarmi alle elezioni provinciali del 2001 quando fui eletta nella lista della Margherita, della quale divenni poi segretario provinciale fino alla nascita del Partito Democratico.

Sono stata eletta ancora alla Provincia nel 2007: in quegli anni di attività consiliare, fra le altre tematiche, ho approfondito i temi ambientali e quello del riequilibrio della rappresentanza di genere. In seguito ho partecipato direttamente alla Consulta Nazionale delle Pari Opportunità dell’UPI, promotrice del progetto di riforma costituzionale che ha modificato l’art. 51.

Socia fondatrice del PD, sono stata designata, in seguito alle primarie dello scorso dicembre 2012, quale prima tra i candidati della provincia di Ragusa ed eletta al Senato della Repubblica nell’ultima tornata nazionale per il rinnovo delle Camere. Al Senato sono membro della Commissione Igiene e Sanità, di quella straordinaria per la Tutela e la Promozione dei Diritti Umani e della bicamerale per l’Infanzia e l’Adolescenza.